Primo soccorso pediatrico

Quando un bambino si trova in una situazione di pericolo è difficile mantenere la calma e agire prontamente in maniera efficace. Spesso si è impreparati di fronte ad emergenze mediche e chirurgiche quali febbre, vomito, diarrea, infezioni, ustioni, traumi, ferite, ingestione di sostanze nocive, allergie, crisi convulsive, epistassi, annegamento.

È molto facile che nei primi anni di vita i bambini si facciano male involontariamente o il genitore si trovi ad affrontare tali situazioni critiche. Farsi prendere dal panico è una reazione immediata, ma agire prontamente è il risultato di un'attività informativa indispensabile perché i rischi derivanti dagli incidenti domestici sono altissimi. Sapere come reagire in queste situazioni (e come non reagire) è fondamentale. Si tratta di nozioni essenziali che le persone che hanno a che fare tutti i giorni con il mondo dell'infanzia non possono trascurare.

Ogni persona potrebbe trovarsi in una di queste situazioni critiche e la preparazione risulta in molti casi inadeguata. Il corso di primo soccorso pediatrico è utile per imparare a gestire le piccole emergenze sanitarie che possono capitare ai bambini in ogni occasione: al mare, in città, al parco. È importante che chi si occupa dei bambini sappia come intervenire con le prime cure in caso di bisogno, in attesa dei soccorsi.

Il corso è rivolto a tutti, in particolare a operatori in strutture infantili e mira a capire cosa va fatto in momenti critici e cosa non bisogna proprio fare.

Il corso vuole fornire le nozioni di primo soccorso atte ad affrontare emergenze sanitarie per i bambini di tutte le età pediatriche.

Alcuni dati

Dall'analisi dei dati a disposizione sugli incidenti domestici, risulta necessaria un'attività di informazione sulle modalità di intervento in casi di emergenza che coinvolgono i bambini, oltre ad una campagna di promozione della sicurezza in casa e in auto nei primi anni di vita. Secondo i dati dell'ISTAT, gli infortuni accidentali rappresentano la prima causa di morte di bambini e adolescenti nei paesi sviluppati.

Nel 2008 sono stati registrati 24.325 casi di morti accidentali di cui 240 bambini sotto i 14 anni (Fonte: ISTAT "Annuario statistico italiano 2011").

1 ricovero su 5 in età pediatrica è dovuto ad un incidente (Fonte: Rapporto 2007 dell'EUROSAFE- Alleanza Europea per la Sicurezza del Bambino).

Sono cinque le principali cause di morte e disabilità per incidente in bambini e adolescenti:

  1. incidente stradale;
  2. annegamento;
  3. avvelenamento;
  4. ustione;
  5. caduta.

Nella maggior parte dei casi, la persona accanto all'infortunato risulta impreparata ad affrontare prontamente l'emergenza.

Tra le altre cause troviamo: soffocamento, ingestione corpo estraneo, strangolamento, ipo e ipertermia, morso di animale, disastro naturale. Le cause cambiano con l'avanzare dell'età. Per i bambini al di sotto dei 10 anni le principali cause sono annegamento e incidente stradale (entrambi 21%), seguiti da avvelenamento (8%).

Fonte: European Report on Child Injury Prevention 2008

Il corso

A differenza del corso sulle manove di disostruzione pediatrica, questo percorso include nozioni più ampie e consente di eseguire alcuni interventi in attesa dei soccorsi. Per questo motivo è pensato in particolare per chi lavora tutti i giorni coi bambini, ma l'accesso è naturalmente aperto a tutte le persone interessate.

Questo corso:

  • è un percorso di 12 ore diviso in tre incontri, di cui due teorici e uno pratico;
  • prevede la certificazione delle competenze con un attestato che ha validità 12 mesi.
  • dà diritto, durante la validità dell'attestato, a contattarci per qualsiasi dubbio in merito;
  • prevede la necessità un corso di aggiornamento per prolungare la validità della certificazione.

Programma del primo incontro: emergenze mediche

  • Le differenze anatomiche tra bambino e adulto nei trattamenti
  • Lo sviluppo del bambino
  • L'approccio al neonato, lattante, bambino e adolescente
  • I parametri vitali in pediatria
  • La catena del soccorso
  • La chiamata al 118
  • Febbre, convulsioni febbrili
  • Eruzioni cutanee
  • Difficoltà respiratoria
  • Lo stato di shock
  • Epilessia
  • Epistassi

Programma del secondo incontro: emergenze traumatiche

  • I tagli e le ferite
  • Le fratture e le lussazioni
  • Il trauma cranico
  • Le ustioni
  • Le punture d'insetti
  • Gli avvelenamenti e le sostanze pericolose

Programma del terzo incontro: disostruzione delle vie aeree e rianimazione

  • Supporto di base delle funzioni vitali in età pediatrica
  • PBLS, disostruzione delle vie aeree